link292 link293 link294 link295 link296 link297 link298 link299 link300 link301 link302 link303 link304 link305 link306 link307 link308 link309 link310 link311 link312 link313 link314 link315 link316 link317 link318 link319 link320 link321 link322 link323 link324 link325 link326 link327 link328 link329 link330 link331 link332 link333 link334 link335 link336 link337 link338 link339 link340 link341 link342 link343 link344 link345 link346 link347 link348 link349 link350 link351 link352 link353 link354 link355 link356 link357 link358 link359 link360 link361 link362 link363 link364 link365 link366 link367 link368 link369 link370 link371 link372 link373 link374 link375 link376 link377 link378 link379 link380 link381 link382 link383 link384 link385 link386 link387 link388 link389 link390 link391 link392 link393 link394 link395 link396 link397 link398 link399 link400 link401 link402 link403 link404 link405 link406 link407 link408 link409 link410 link411 link412 link413 link414 link415 link416 link417 link418 link419 link420 link421 link422 link423 link424 link425 link426 link427 link428 link429 link430 link431 link432 link433 link434 link435 link436 link437
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Differenze molecolari fra psoriasi a placche adulta e infantile

adult child

I risultati di una recente ricerca indicano che la patologia della psoriasi pediatrica differisce da quella adulta, una scoperta che ha importanti implicazioni per l'approccio al trattamento.

"La psoriasi pediatrica spesso differisce da quella adulta sia per presentazione che per fattori scatenanti, storia clinica e risposta alla terapia, dati che indicano l'esistenza di potenziali differenze in termini di fisiopatologia della malattia", scrivono la Dr.ssa Kelly Cordoro, della University of California di San Francisco, e colleghi nell'edizione online del 14 giugno del Journal of the American Academy of Dermatology.

Tuttavia, la maggior parte degli studi che hanno esaminato il lato immunologico della psoriasi si è occupata di pazienti adulti. Il team di ricercatori guidato dalla Dr.ssa Cordoro ha usato la citografia a flusso per caratterizzare il profilo infiammatorio cellulare delle placche di pazienti pediatrici e dei campioni cutanei di pazienti adulti con psoriasi. I ricercatori hanno anche esaminato campioni cutanei sani, ottenuti da pazienti pediatrici sottoposti a chirurgia plastica ricostruttiva o ad altre procedure chirurgiche, e campioni di pelle sana appartenenti a pazienti adulti sottoposti a chirurgia plastica.

Nello studio sono anche stati coinvolti dieci pazienti pediatrici (sesso maschile, età media 12 anni). La maggior parte presentava psoriasi moderata al momento della biopsia, ma nel corso del tempo la malattia è passata da moderata a severa in tutti e tre i pazienti. Al momento del coinvolgimento nello studio, due pazienti presentavano psoriasi moderata e un paziente esibiva psoriasi grave.

I campioni provenienti dalle lesioni dei pazienti pediatrici mostravano un significativo aumento di IL-22 e un aumento, sebbene meno significativo, di IL-17 derivante da celllule CD41 e CD81, rispetto ai tessuti degli adulti con psoriasi e dei soggetti pediatrici sani. Inoltre, a differenza delle lesioni degli adulti, le lesioni dei pazienti pediatrici non mostravano alcun aumento di linfociti T.

La Dr.ssa Cordoro ha commentato dicendo: "Questo studio pilota supporta l'ipotesi secondo la quale i bambini non sono semplicemente dei 'piccoli adulti', almeno per quanto riguarda l'immunopatologia della psoriasi."

"I risultati della nostra ricerca mostrano che IL-22 e IL-17 potrebbero giocare un ruolo fondamentale nel meccanismo patologico della psoriasi infantile".

"Il fine ultimo di questa ricerca è aprire le porte a una nuova era, in cui i medici non siano più costretti ad adattare nozioni derivanti da studi sugli adulti ai casi di psoriasi infantile", ha sottolineato. "I nostri risultati ci avvicinano alla scoperta della vera natura della psoriasi pediatrica, che potrebbe fornire obiettivi terapeutici diversi da quelli dei soggetti adulti."

 

Riferimenti:

Cordoro, Kelly M. et al. — Skin-infiltrating, interleukin-22–producing T cells differentiate pediatric psoriasis from adult psoriasis. Journal of the American Academy of Dermatology edizione online del 14 giugno 2017; doi:http://dx.doi.org/10.1016/j.jaad.2017.05.017