link1752 link1753 link1754 link1755 link1756 link1757 link1758 link1759 link1760 link1761 link1762 link1763 link1764 link1765 link1766 link1767 link1768 link1769 link1770 link1771 link1772 link1773 link1774 link1775 link1776 link1777 link1778 link1779 link1780 link1781 link1782 link1783 link1784 link1785 link1786 link1787 link1788 link1789 link1790 link1791 link1792 link1793 link1794 link1795 link1796 link1797 link1798 link1799 link1800 link1801 link1802 link1803 link1804 link1805 link1806 link1807 link1808 link1809 link1810 link1811 link1812 link1813 link1814 link1815 link1816 link1817 link1818 link1819 link1820 link1821 link1822 link1823 link1824 link1825 link1826 link1827 link1828 link1829 link1830 link1831 link1832 link1833 link1834 link1835 link1836 link1837 link1838 link1839 link1840 link1841 link1842 link1843 link1844 link1845 link1846 link1847 link1848 link1849 link1850 link1851 link1852 link1853 link1854 link1855 link1856 link1857 link1858 link1859 link1860 link1861 link1862 link1863 link1864 link1865 link1866 link1867 link1868 link1869 link1870 link1871 link1872 link1873 link1874 link1875 link1876 link1877 link1878 link1879 link1880 link1881 link1882 link1883 link1884 link1885 link1886 link1887 link1888 link1889 link1890 link1891 link1892 link1893 link1894 link1895 link1896
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Predittori genetici di suscettibilità alle infezioni fungine cutanee: Uno studio pilota di associazione genome-wide, per affinare la ricerca di un gene candidato

Trichophyton tonsurans 05Trichophyton tonsurans è il patogeno fungino più importante nei bambini appartenenti alle minoranze negli U.S. Nonostante i tassi di infezione travolgenti, sembra che questo fungo infetta i bambini in modo specifico.

OBBIETTIVO

Questo studio è stato progettato per identificare i geni che possono predisporre o proteggere un bambino da un'infezione di T. tonsurans.

METODI

Sono stati candidati per l'inclusione, quei bambini partecipanti a uno studio longitudinale precedente, nel quale i tassi di infezione erano stati determinati in modo attendibile. Il DNA da un sottogruppo (n = 40) di questi bambini, agli estremi della popolazione, è stato sottoposto a genotipizzazione dell'intero genoma (WGG). Sono state esaminate le frequenze alleliche tra i casi e i controlli e sono stati utilizzati gli SNPs significativi per sviluppare un elenco del gene candidato per i quale è stato genotipizzato il resto della coorte (n = 115). È stato esaminato il tasso di infezione cumulativo a partire dal genotipo ed è stata esplorata la capacità dei genotipi selezionati di prevedere la probabilità di infezione, mediante l'analisi multivariata.

RISULTATI

23 geni con un ruolo putativo meccanico nell'infezione cutanea sono stati selezionati per la valutazione. Di questi, 21 hanno dimostrato differenze significative nel tasso di infezione tra i genotipi. Un indice di rischio assegnato ai genotipi dei 21 geni ha giustificato oltre il 60% della variabilità osservata nel tasso di infezione (corretto r2 = 0.665, p < 0.001). Tra questi, 8 sembravano spiegare la maggior parte della variabilità che è stata osservata (r2 = 0.603, p < 0.001). I geni inclusi sono stati coinvolti: nell'attivazione e migrazione dei leucociti, nell'integrità e nel rimodellamento della matrice extracellulare, nella manutenzione dell'epidermide e nella riparazione delle ferite, e nella permeabilità cutanea.

CONCLUSIONI

Applicare WGG agli individui agli estremi del fenotipo può aiutare a guidare la selezione dei geni candidati nelle popolazioni di piccole coorti dove l'eziologia della malattia è probabilmente poligenica in natura.

Storia della pubblicazione:

Titolo: Genetic predictors of susceptibility to cutaneous fungal infections: A pilot genome wide association study to refine a candidate gene search

Rivista: Journal of Dermatological Science. doi:10.1016/j.jdermsci.2012.05.003

Autori: Susan M. Abdel-Rahman, Barry L. Preuett

Affiliazioni: Division of Pediatric Clinical Pharmacology and Medical Toxicology, The Children's Mercy Hospital and Clinics, Kansas City, MO, USA

Department of Pediatrics, University of Missouri-Kansas City, School of Medicine, Kansas City, MO, USA

Abstract:

Background

Trichophyton tonsurans is the foremost fungal pathogen of minority children in the U.S. Despite overwhelming infection rates, it does not appear that this fungus infects children in a non-specific manner.

Objective

This study was designed to identify genes that may predispose or protect a child from T. tonsurans infection.

Methods

Children participating in an earlier longitudinal study wherein infection rates could be reliably determined were eligible for inclusion. DNA from a subset (n = 40) of these children at the population extremes underwent whole genome genotyping (WGG). Allele frequencies between cases and controls were examined and significant SNPs were used to develop a candidate gene list for which the remainder of the cohort (n = 115) were genotyped. Cumulative infection rate was examined by genotype and the ability of selected genotypes to predict the likelihood of infection explored by multivariable analysis.

Results

23 genes with a putative mechanistic role in cutaneous infection were selected for evaluation. Of these, 21 demonstrated significant differences in infection rate between genotypes. A risk index assigned to genotypes in the 21 genes accounted for over 60% of the variability observed in infection rate (adjusted r2 = 0.665, p < 0.001). Among these, 8 appeared to account for the majority of variability that was observed (r2 = 0.603, p < 0.001). These included genes involved in: leukocyte activation and migration, extracellular matrix integrity and remodeling, epidermal maintenance and wound repair, and cutaneous permeability.

Conclusions

Applying WGG to individuals at the extremes of phenotype can help to guide the selection of candidate genes in populations of small cohorts where disease etiology is likely polygenic in nature.