link146 link147 link148 link149 link150 link151 link152 link153 link154 link155 link156 link157 link158 link159 link160 link161 link162 link163 link164 link165 link166 link167 link168 link169 link170 link171 link172 link173 link174 link175 link176 link177 link178 link179 link180 link181 link182 link183 link184 link185 link186 link187 link188 link189 link190 link191 link192 link193 link194 link195 link196 link197 link198 link199 link200 link201 link202 link203 link204 link205 link206 link207 link208 link209 link210 link211 link212 link213 link214 link215 link216 link217 link218 link219 link220 link221 link222 link223 link224 link225 link226 link227 link228 link229 link230 link231 link232 link233 link234 link235 link236 link237 link238 link239 link240 link241 link242 link243 link244 link245 link246 link247 link248 link249 link250 link251 link252 link253 link254 link255 link256 link257 link258 link259 link260 link261 link262 link263 link264 link265 link266 link267 link268 link269 link270 link271 link272 link273 link274 link275 link276 link277 link278 link279 link280 link281 link282 link283 link284 link285 link286 link287 link288 link289 link290 link291
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

Trattamenti di successo del melasma resistente all'idrochinone, utilizzando il metimazolo topico

melasma02Il melasma è una malattia acquisita della pelle che porta ad iperpigmentazione nelle aree esposte al sole. Essa si verifica quasi esclusivamente sul viso, ed è più frequente nelle donne.

Nel corso degli anni sono stati utilizzati diversi agenti depigmentanti per il trattamento del melasma, ma tra questi l'idrochinone è stato sicuramente il più utilizzato per la sua efficacia e sicurezza nell'uso a breve termine.

Tuttavia, l'idrochinone è stato segnalato di recente come composto citotossico e mutageno per le cellule di mammifero ed è stato pertanto vietato in molti paesi. Un divieto che ha costretto gli scienziati a cercare agenti depigmentati alternativi per il trattamento del melasma.

Il metimazolo è un agente antitiroideo usato per via orale negli esseri umani da diversi decenni ed è stato dimostrato che, quando viene applicato localmente, inibisce la sintesi della melanina e provoca la depigmentazione cutanea in animali da laboratorio, nonché nell'uomo. Qui, riportiamo il caso di due pazienti con melasma resistente all'idrochinone che sono stati trattati in modo ottimale con una crema al metimazolo.

L'applicazione della crema al 5% di metimazolo, una volta al giorno, ha determinato un significativo miglioramento del melasma in entrambi i pazienti dopo 8 settimane.

L'efficacia del metimazolo per il trattamento del melasma così come i suoi vantaggi rispetto ad altri composti depigmentanti (non mutagenicità, non-citotossicità e alto profilo di tollerabilità) suggerisce che il metimazolo topico dovrebbe essere aggiunto all'armamentario di trattamento anti-melasma.

Storia della pubblicazione:

Titolo: Successful treatment of hydroquinone-resistant melasma using topical methimazole

Rivista: Dermatologic Therapy. doi: 10.1111/j.1529-8019.2012.01540.x

Autori: Joelle Malek, Adele Chedraoui, Damian Nikolic, Neda Barouti, Samer Ghosn, Ossama Abbas

Affiliazioni:Dermatology Department, American University of Beirut Medical Center, Beirut, Lebanon Department of Dermatology, Geneva University Hospital, Geneva, Switzerland

Abstract:
Melasma is an acquired hyperpigmentation skin disorder in sun-exposed areas. It occurs almost exclusively over the face, and is most commonly seen in women. Several depigmenting agents have been used for the treatment of melasma among which hydroquinone has been the most widely used due to its efficacy and safety in short-term use. However, hydroquinone is recently reported to be a cytotoxic and mutagenic compound in mammalian cells and is thus banned in several countries. Hydroquinone ban has caused investigators to search for alternative depigmenting agents for the treatment of melasma in recent years. Methimazole is an antithyroid agent orally used in humans since several decades and has been shown that when applied topically, it inhibits melanin synthesis and causes skin depigmentation in lab animals as well as human subjects. Herein, we report two hydroquinone-resistant melasma patients who were successfully treated with methimazole cream. Application of 5% methimazole cream once daily resulted in significant improvement of melasma in both patients after 8 weeks. The efficacy of methimazole for melasma treatment as well as its advantages over other known depigmenting compounds (non-mutagenicity, non-cytotoxicity and high tolerability profile) suggests that topical methimazole should be added to the armamentarium of anti-melasma treatment.