link876 link877 link878 link879 link880 link881 link882 link883 link884 link885 link886 link887 link888 link889 link890 link891 link892 link893 link894 link895 link896 link897 link898 link899 link900 link901 link902 link903 link904 link905 link906 link907 link908 link909 link910 link911 link912 link913 link914 link915 link916 link917 link918 link919 link920 link921 link922 link923 link924 link925 link926 link927 link928 link929 link930 link931 link932 link933 link934 link935 link936 link937 link938 link939 link940 link941 link942 link943 link944 link945 link946 link947 link948 link949 link950 link951 link952 link953 link954 link955 link956 link957 link958 link959 link960 link961 link962 link963 link964 link965 link966 link967 link968 link969 link970 link971 link972 link973 link974 link975 link976 link977 link978 link979 link980 link981 link982 link983 link984 link985 link986 link987 link988 link989 link990 link991 link992 link993 link994 link995 link996 link997 link998 link999 link1000 link1001 link1002 link1003 link1004 link1005 link1006 link1007 link1008 link1009 link1010 link1011 link1012 link1013 link1014 link1015 link1016 link1017 link1018 link1019 link1020 link1021
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

L'1α,25-diidrossivitamina-D3-3-bromoacetato regola la via di segnalazione AKT/mTOR: un agente terapeutico per la psoriasi

Psoriasis09L'efficacia dell'1α,25- diidrossivitamina D3 (Vit-D) ne limita l'uso topico nonostante i suoi profondi effetti sulla differenziazione, proliferazione e immunomodulazione cellulare. Pertanto, essendo alla ricerca di un analogo della Vit-D più efficace, con questo studio abbiamo voluto valutare gli effetti antiproliferativi e pro-apoptotici dell'1α,25- diidrossivitamina-D3-3- bromoacetato (BE).

Sono stati condotti degli studi sulla proliferazione e sull'apoptosi dei cheratinociti epidermici umani (NHEKs) impiegando MTT (3 — (4,5-dimetiltiazolo-2-il) -2,5-difeniltetrazolo bromuro), la diluizione CFSE (carbossi-fluoresceina- diacetato succinimidil estere), e il saggio dell'annessina V; inoltre, sono stati eseguiti il Western blot e la real-time PCR per determinare gli effetti sulla trasduzione del segnale. È stato usato un modello di epidermide umana ricostituita (RHE) con lo scopo di validare ulteriormente il ruolo terapeutico di BE nella psoriasi.

BE è stata significativamente più potente rispetto ad una pari concentrazione di Vit-D nell'inibire la crescita e la sopravvivenza dei cheratinociti umani. È stato scoperto che l'effetto antimitotico era dovuto all'inibizione della fosforilazione della serina/treonina protein chinasi (AKT) e del suo bersaglio a valle, il bersaglio della rapamicina nei mammiferi (mTOR). Nel modello di RHE, BE ha invertito i cambiamenti psoriasiformi indotti dall'IL-22 in un modo più efficace rispetto alla Vit-D.

È interessante notare come BE abbia inibito l'espressione genica, indotta dall'IL-22, di AKT1, di mTOR, delle chemochine [IL-8 e RANTES (regolata su attivazione, espressa e secreta dalle normali cellule T)], e della psoriasina (S100A7) più efficacemente rispetto alla Vit-D. Questi risultati, quindi, mostrano l'enorme potenziale di BE come agente terapeutico per la psoriasi.

Storia della pubblicazione:

Titolo: 1α,25-Dihydroxyvitamin-D3-3- Bromoacetate Regulates AKT/mTOR Signaling Cascades: A Therapeutic Agent for Psoriasis

Rivista: Journal of Investigative Dermatology (11 January 2013) | doi:10.1038/jid.2013.3

Autori: Ananya Datta Mitra, Siba P Raychaudhuri, Christine J Abria, Anupam Mitra, Rebecca Wright, Rahul Ray e Smriti Kundu-Raychaudhuri

Affiliazioni:

Abstract:
The efficacy of 1α,25- dihydroxyvitamin D3 (Vit-D) limits its topical use despite its profound effects on cellular differentiation, proliferation, and immunomodulation. Therefore, in search for a more effective analog of Vit-D, in this study we have evaluated the antiproliferative and proapoptotic effects of 1α,25- dihydroxyvitamin D3-3- bromoacetate (BE). Proliferation and apoptosis studies in normal human epidermal keratinocytes (NHEKs) were conducted by MTT (3-(4,5-dimethylthiazol-2- yl)-2,5-diphenyltetrazolium bromide), CFSE (carboxy fluorescein succinimidyl ester) dilution, and Annexin V assays. Western blot analysis and real-time PCR were performed to determine its effect on signal transduction. A reconstructed human epidermis (RHE) model was used to further validate the therapeutic role of BE in psoriasis. BE was significantly more potent than an equivalent concentration of Vit-D in inhibiting growth and survival of human keratinocytes. The antimitotic effect was found to be due to the inhibition of phosphorylation of serine/threonine protein kinase (AKT) and its downstream target, mammalian target of rapamycin (mTOR). In the RHE model, BE reversed IL- 22-induced psoriasiform changes more effectively than Vit-D. Interestingly, BE inhibited the IL-22-induced gene expression of AKT1, MTOR, chemokines [IL-8 and RANTES (regulated upon activation, normal T-cell expressed and secreted)], and psoriasin (S100A7) more significantly than Vit-D. These results suggest the potential of BE as a prospective therapeutic agent for psoriasis.

BP-PB