link1314 link1315 link1316 link1317 link1318 link1319 link1320 link1321 link1322 link1323 link1324 link1325 link1326 link1327 link1328 link1329 link1330 link1331 link1332 link1333 link1334 link1335 link1336 link1337 link1338 link1339 link1340 link1341 link1342 link1343 link1344 link1345 link1346 link1347 link1348 link1349 link1350 link1351 link1352 link1353 link1354 link1355 link1356 link1357 link1358 link1359 link1360 link1361 link1362 link1363 link1364 link1365 link1366 link1367 link1368 link1369 link1370 link1371 link1372 link1373 link1374 link1375 link1376 link1377 link1378 link1379 link1380 link1381 link1382 link1383 link1384 link1385 link1386 link1387 link1388 link1389 link1390 link1391 link1392 link1393 link1394 link1395 link1396 link1397 link1398 link1399 link1400 link1401 link1402 link1403 link1404 link1405 link1406 link1407 link1408 link1409 link1410 link1411 link1412 link1413 link1414 link1415 link1416 link1417 link1418 link1419 link1420 link1421 link1422 link1423 link1424 link1425 link1426 link1427 link1428 link1429 link1430 link1431 link1432 link1433 link1434 link1435 link1436 link1437 link1438 link1439 link1440 link1441 link1442 link1443 link1444 link1445 link1446 link1447 link1448 link1449 link1450 link1451 link1452 link1453 link1454 link1455 link1456 link1457 link1458 link1459
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

News Dermatologia

Variazioni nell’eritema cutaneo fotoindotto con l'applicazione topica di combinazione di vitamine prima e dopo l'esposizione ai raggi UV
La radiazione ultravioletta è dannosa per la pelle umana, e patologie fotodanneggianti quali l'eritema attinico sono state descritte in precedenza come una conseguenza dell'effetto diretto degli UV sul DNA e indirettamente come reazioni immunitarie locali. Tuttavia, non sono ancora completamente compresi il grado di partecipazione dello stress ossidativo nell'eritema attinico e il ruolo degli antiossidanti nella fotoprotezione. Leggi tutto...
L’effetto antimicotico del diodo ad emissione di luce sui lieviti del genere Malassezia.
Le specie di Malassezia (M.) fanno parte della normale flora della pelle, ma potrebbero indurre o essere coinvolte in varie malattie cutanee. Sebbene non sia completamente compreso il ruolo della Malassezia nella patogenesi delle malattie cutanee, studi recenti hanno dimostrato che la diminuita densità di Malassezia porta ad un miglioramento di queste malattie. Leggi tutto...
Il trattamento ai raggi di Grenz della lentigo maligna e del melanoma tipo lentigo maligna precoce
La lentigo maligna (LM) è la fase in situ del melanoma tipo lentigo maligna (LMM). Per gestire la LM sono state utilizzate un gran numero di modalità, compresa la chirurgia tradizionale, la escissione chirurgica sezionata, la chirurgia micrografica di Mohs, la crioterapia, la radioterapia, la terapia laser e, recentemente, l'imiquimod. Leggi tutto...
Uno studio per valutare il trattamento della dermatite seborroica del viso negli adulti con idrocortisone 1% rispetto al 0,1% tacrolimus
Il Tacrolimus è un inibitore topico della calcineurina con proprietà immunomodulatorie, anti-infiammatorie, fungicide che può essere utile nel trattamento della dermatite seborroica del viso. Leggi tutto...
Aumento della sintesi di melanina indotto dal farmaco antidepressivo Fluoxetina
La Fluoxetina, un membro della classe degli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina, è un potente antidepressivo comunemente utilizzato nella pratica clinica. In questo studio viene segnalato che la fluoxetina aumenta l'attività della tirosinasi cellulare (TYR), aumenta i livelli di proteina associata al fattore di trascrizione microftalmia-associato (MITF) TYR e la proteina 1 correlata alla tirosinasi (TRP-1) e alla fine porta ad un importante aumento nella produzione di melanina sia dalle cellule del melanoma murino B16F10 che dai normali melanociti umani (NHMCs). Nei modelli C57BL/6 del topo ben definiti, l'applicazione sistemica di fluoxetina aumenta la pigmentazione del pelo attraverso l'aumento della attività di MITF, TYR, TRP-1 nel follicolo pilifero e dei livelli proteici di proteina 2 correlata alla tirosinasi (TRP-2). Utilizzando un recettore 1A serotoninergico (SR-1A) antagonista e la tecnica dell'interferenza del RNA (RNAi), è stato rivelato che il SR1A sembra essere uno dei meccanismi coinvolti nella melanogenesi indotta dalla fluoxetina nelle cellule B16F10. Questi risultati suggeriscono che la fluoxetina può possedere un significativo potenziale terapeutico nel trattamento dei disturbi da ipopigmentazione della pelle, e SR1A può servire come nuovo bersaglio nella modulazione della melanogenesi. Storia della pubblicazione: Titolo: Up-regulation of Melanin Synthesis by the Antidepressant Fluoxetine Fonte: Experimental Dermatology. doi: 10.1111/j.1600-0625.2012.01531.x Autori: Sha Liao, Jing Shang, Xiaoli Tian, Xueqi Fan, Xiupu Shi, Siran Pei, Qian Wang, Boyang Yu Affiliazioni:State Key Laboratory of Natural Medicines, China Pharmaceutical University, Nanjing, Jiangsu, China Department of Complex Prescription of TCM, China Pharmaceutical University, Nanjing, Jiangsu, China Abstract: Fluoxetine, a member of the class of selective serotonin reuptake inhibitors, is a potent antidepressant commonly used in clinical practice. Here, we report that fluoxetine increases cellular tyrosinase (TYR) activity, enhances the protein levels of microphtalmia-associated transcription factor (MITF), TYR and tyrosinase-related protein-1 (TRP-1) and eventually leads to a dramatic increase in melanin production in both murine B16F10 melanoma cells and normal human melanocytes (NHMCs). In well-characterized C57BL/6 mouse models, systemic application of fluoxetine increased hair pigmentation by up-regulating hair follicular MITF, TYR, TRP-1 and tyrosinase-related protein-2 (TRP-2) protein levels. Using a serotonin 1A receptor (SR1A) antagonist and RNA interference (RNAi) technique, we revealed that SR1A appears to be one of the involved pathways in the fluoxetine-induced melanogenesis in B16F10 cells. These results suggest that fluoxetine may hold a significant therapeutic potential for treating skin hypopigmentation disorders, and SR1A may serve as a novel target in modulating melanogenesis.
Nuove terapie antibiotiche per l'acne e la rosacea.
L'acne e la rosacea e occupano una parte sostanziale della pratica clinica dermatologia. Nel corso del secolo scorso, sono state introdotte molte modalità di trattamento dove gli antibiotici giocano un ruolo importante. Leggi tutto...

Sottocategorie