link146 link147 link148 link149 link150 link151 link152 link153 link154 link155 link156 link157 link158 link159 link160 link161 link162 link163 link164 link165 link166 link167 link168 link169 link170 link171 link172 link173 link174 link175 link176 link177 link178 link179 link180 link181 link182 link183 link184 link185 link186 link187 link188 link189 link190 link191 link192 link193 link194 link195 link196 link197 link198 link199 link200 link201 link202 link203 link204 link205 link206 link207 link208 link209 link210 link211 link212 link213 link214 link215 link216 link217 link218 link219 link220 link221 link222 link223 link224 link225 link226 link227 link228 link229 link230 link231 link232 link233 link234 link235 link236 link237 link238 link239 link240 link241 link242 link243 link244 link245 link246 link247 link248 link249 link250 link251 link252 link253 link254 link255 link256 link257 link258 link259 link260 link261 link262 link263 link264 link265 link266 link267 link268 link269 link270 link271 link272 link273 link274 link275 link276 link277 link278 link279 link280 link281 link282 link283 link284 link285 link286 link287 link288 link289 link290 link291
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

News Dermatologia

Una guarigione rapida delle ferite croniche associate a cicatrici, dopo il resurfacing frazionale ablativo
La pelle compromessa dalle cicatrici traumatiche e dalle contratture può manifestare una diminuita resistenza alle forze di taglio e di altro tipo, mentre le crescenti tensioni e la fragilità della pelle contribuiscono alle erosioni e alle ulcerazioni croniche. Le ferite croniche possiedono degli specifici profili di mediatori infiammatori e altre caratteristiche, quali la presenza di un biofilm che può inibire la guarigione. Leggi tutto...
Il trattamento prolungato con ciclosporina per la psoriasi grave o recalcitrante: studio descrittivo in una serie di 20 pazienti
Sebbene la somministrazione prolungata di ciclosporina possa indurre effetti tossici, questa potrebbe essere l'unica opzione per il trattamento della psoriasi grave. L'obiettivo del presente studio è stato quello di valutare retrospettivamente l'efficacia e la sicurezza del trattamento a lungo termine con ciclosporina, in una coorte di pazienti affetti da psoriasi in grado da moderato a grave, recalcitrante o non responsiva ad altri trattamenti. Sono stati studiati i possibili fattori di rischio che predicono un'intolleranza alla ciclosporina. Leggi tutto...
Pseudomicetoma dermatofitico disseminato dovuto dalle specie Microsporum
L'infezione dermatofitica è quasi esclusivamente una micosi cutanea superficiale di solito confinata allo strato corneo di unghie e capelli in ospiti normali. Le profonde infezioni cutanee e sottocutanee dovute ai dermatofiti sono estremamente rare e di solito limitate agli individui immunodepressi. Queste infezioni rimangono croniche e persistono nonostante il trattamento. Leggi tutto...
Rischio di sviluppare un cancro della pelle non-melanoma, linfoma e melanoma, nei pazienti con psoriasi a Taiwan: uno studio di coorte basato sulla popolazione e durato 10 anni
I pazienti affetti da psoriasi e ospedalizzati sono noti per avere un più alto rischio di malignità (ad esempio, il cancro della pelle non melanoma [NMSC], il linfoma e il melanoma) rispetto alla popolazione generale; attualmente, non è chiaro se questo rischio è influenzato dalla gravità della psoriasi. Lo scopo di questo studio è stato quello di confrontare il rischio di cancro per pazienti con psoriasi lieve e grave rispetto alla popolazione generale. Leggi tutto...
L'acido azelaico ha ridotto il fenotipo simile alla senescenza nei fibroblasti cutanei umani foto-irradiati: possibile implicazione di PPARγ
L'acido azelaico (AzA) è stato utilizzato per il trattamento di malattie infiammatorie della pelle, come l'acne e la rosacea. È stato interessante notare un miglioramento della struttura della pelle dopo il trattamento di lunga durata con AzA. Leggi tutto...
La dopamina è un induttore nuovo e diretto del catagen nei follicoli piliferi del cuoio capelluto umano in vitro
Anche se ci sono molti studi clinici che associano la perdita dei capelli con gli agonisti della dopamina e della levodopa, non è chiaro se la dopamina esercita effetti diretti sul follicolo pilifero (HF) umano. Leggi tutto...

Sottocategorie