link146 link147 link148 link149 link150 link151 link152 link153 link154 link155 link156 link157 link158 link159 link160 link161 link162 link163 link164 link165 link166 link167 link168 link169 link170 link171 link172 link173 link174 link175 link176 link177 link178 link179 link180 link181 link182 link183 link184 link185 link186 link187 link188 link189 link190 link191 link192 link193 link194 link195 link196 link197 link198 link199 link200 link201 link202 link203 link204 link205 link206 link207 link208 link209 link210 link211 link212 link213 link214 link215 link216 link217 link218 link219 link220 link221 link222 link223 link224 link225 link226 link227 link228 link229 link230 link231 link232 link233 link234 link235 link236 link237 link238 link239 link240 link241 link242 link243 link244 link245 link246 link247 link248 link249 link250 link251 link252 link253 link254 link255 link256 link257 link258 link259 link260 link261 link262 link263 link264 link265 link266 link267 link268 link269 link270 link271 link272 link273 link274 link275 link276 link277 link278 link279 link280 link281 link282 link283 link284 link285 link286 link287 link288 link289 link290 link291
In evidenza: Primo Incontro AITEB — Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino

L’Associazione Italiana Terapie Estetiche con Botulino (AITEB) è nata due anni fa con…

News Dermatologia

Traumatismo terapeutico con fenolo all'88% nell'ipomelanosi guttata idiopatica
Con traumatismo terapeutico si intende il danneggiamento della pelle per indurne la pigmentazione in quelle zone depigmentate, una tecnica che inizialmente era stata utilizzata per repigmentare piccole chiazze di vitiligine stabile. In questo studio, attraverso spot di fenolo all'88%, abbiamo utilizzato lo stesso principio per indurre la pigmentazione nell'ipomelanosi guttata idiopatica (IGH). Leggi tutto...
Relazione preliminare sull'iniezione di tossina botulinica di tipo A nei trigger point per il trattamento della nevralgia trigeminale: esperienza di 16 casi
L'obbiettivo di questo studio è stato quello di studiare gli effetti dell'iniezione di tossina botulinica di tipo A a livello dei trigger point (“punti grilletto”) per il trattamento dei pazienti con nevralgia del trigemino primaria. Leggi tutto...
TARC come biomarcatore clinico della dermatite atopica
Il timo e le chemochine attivazione-regolate (TARC/CCL17) fa parte della famiglia delle chemochine T-helper 2 e, sin dal 2008, in Giappone è disponibile un misuratore sierico di TARC. Dopo anni di esperienza, ci siamo resi conto che TARC rappresenta un biomarcatore clinico estremamente utile per il trattamento della dermatite atopica (AD). Di solito, i medici effettuano un esame visivo per determinare se il trattamento ha avuto successo; tuttavia, i risultati degli esami visivi non sono sempre accurati ed è proprio in questi casi che è possibile misurare i livelli sierici di TARC per eliminare tutte le ambiguità circa l'esito del trattamento. Leggi tutto...
Effetti dell'elettroagopuntura sui modelli, indotti dalla capsaicina, di dermatite atopica nei ratti
L'elettroagopuntura (EA) è usata nel trattamento del prurito e della dermatite atopica. Tuttavia non sappiamo ancora se l'EA sia responsabile del prurito sperimentale nei modelli di danno immunologico e neuronale dei ratti. Leggi tutto...
Efficacia del trattamento della psoriasi con una microemulsione di ciclosporina a basso dosaggio e intermittente
La ciclosporina viene utilizzata nelle forme di psoriasi da moderata a grave e migliora non solo le lesioni cutanee, ma anche la qualità di vita dei pazienti. Per rendere il suo uso più sicuro, abbiamo valutato un regime intermittente e a basso dosaggio di ciclosporina per trattamento della psoriasi volgare. Leggi tutto...
I livelli di miR-424 risultano aumentati nel fusto dei capelli di pazienti psoriasici
Per la psoriasi non sono ancora disponibili marker diagnostici oggettivi da applicare nella pratica clinica quotidiana. In questo studio, abbiamo analizzato i livelli di miR-424 nelle radici e nei fusti dei capelli di pazienti psoriasici e, inoltre, abbiamo valutato la possibilità che miR-424 potesse rappresentare un biomarker della malattia. Leggi tutto...

Sottocategorie